IL VINCOLO STRUMENTALE NON È IDONEO A MODIFICARE LA NATURA DELLA ZONIZZAZIONE

La previsione di uno strumento urbanistico che subordina l’attività edificatoria alla preventiva formazione di un piano attuativo non integra gli estremi del vincolo espropriativo, ma costituisce solo una condizione procedurale alla edificabilità dell’area. E il fatto che tale piano attuativo sia un Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica non può imprimere ad un'area inserita in una zonizzazione pubblicistica un vincolo sostanzialmente espropriativo in quanto, diversamente opinando, si determinerebbe la sostanziale modifica della zonizzazione del territorio effettuata dal PRG.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.