42BIS: IL 10% DI DANNO NON PATRIMONIALE E IL 5% PER L'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA VENGONO DIMEZZATI SE IL PROPRIETARIO NON HA FATTO SUBITO CAUSA

In caso di applicazione dell'art. 42 bis del tues, le somme dovute a titolo di risarcimento dei danni (quindi, il 10% dell’indennizzo a titolo di danno non patrimoniale e il l’interesse del 5% sul valore venale del terreno a titolo di risarcimento del danno da occupazione illegittima) dovranno essere ulteriormente dimezzate in applicazione dell’art. 1227 che, pur se non espressamente richiamato dall'art. 30 comma 3, cod. proc. amm., per orientamento costante viene reputato come pacificamente applicabile nel processo amministrativo, nel senso che l'omessa attivazione da parte dell'interessato degli strumenti di tutela previsti costituisce, nel quadro del comportamento complessivo delle parti, dato valutabile, alla stregua del canone di buona fede e del principio di solidarietà, ai fini dell'esclusione o della riduzione del danno evitabile con l'ordinaria diligenza, in una logica che vede l'omessa attivazione dei rimedi di tutela non più come preclusione di rito, ma come fatto da considerare in sede di merito ai fini del giudizio sulla sussistenza e consistenza del pregiudizio risarcibile.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.