•  

    NON PUÒ PROCEDERSI ALL'ACQUISIZIONE SANANTE IN ASSENZA DI UN PREVENTIVO TENTATIVO DI ACCORDO CON DEFINIZIONE CONCORDATA DEL TRASFERIMENTO DEL BENE

    In assenza di un preventivo tentativo di definizione concordata del trasferimento del bene, l’Amministrazione non può concludere il procedimento ex art. 42- bis con l’emissione del provvedimento conclusivo dello stesso, né, a maggior ragione, procedere al deposito delle somme presso la Cassa depositi e Prestiti ai sensi dell’art. 20 comma 14 del d.p.r 327/01.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.