LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA NON COSTITUISCE UN IMPEDIMENTO ALLA RESTITUZIONE DEL TERRENO ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATO

In conseguenza dell'illegittima occupazione, il proprietario ha il diritto a ri-ottenere dall'amministrazione occupante la disponibilità giuridica e materiale del bene occupato in forza della dichiarazione di pubblica utilità, non costituendo la realizzazione dell’opera pubblica un impedimento alla possibilità di restituire l’area illegittimamente appresa. Nondimeno, in ipotesi di tal genere, l’ordinamento vigente consente all’ente espropriante di procedere in via postuma all’acquisto della proprietà del bene, attraverso la procedura di cui all’art. 42-bis del T.U. 8 giugno 2001 n. 327.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.