Notizie

 
Testo:
  [Accesso riservato agli abbonati]


TUTTE LE NOTIZIE

 Pagina  di 620   

ELETTRODOTTO: IL DEPREZZAMENTO PER L'INCIDENZA NEGATIVA DEL CAMPO DI FORZE ELETTROMAGNETICHE DEVE ESSERE DIMOSTRATO
19/02/2020
Se è vero che è suscettibile di essere indennizzato il pregiudizio derivante dalla diminuzione del valore di mercato della superficie residua del fondo espropriato per l'incidenza negativa del campo di forze elettromagnetiche conseguente alla costruzione di un elettrodotto, è tuttavia necessario che di detto pregiudizio sia offerta prova nel giudiz [...]

PEEP: I CORRISPETTIVI E I PREZZI DELLE AREE CEDUTE DEVONO, NEL LORO INSIEME, COMPORTARE LA COPERTURA DELLE SPESE SOSTENUTE
19/02/2020
L'art. 35 l. n. 865/1971 va inteso nel senso che i corrispettivi ed i prezzi delle aree cedute (ovvero, per identità di ratio, l'importo dovuto a qualsiasi titolo per il relativo passaggio di proprietà) devono, nel loro insieme, comportare la copertura delle spese sostenute - nessuna esclusa - dal Comune o dal Consorzio per l'acquisizione delle are [...]

LA REITERAZIONE DEL VINCOLO PREORDINATO ALL'ESPROPRIO NON DEVE PREVEDERE LA SPETTANZA DI UN INDENNIZZO
19/02/2020
Il principio della spettanza di un indennizzo al proprietario nel caso di reiterazione del vincolo preordinato all'esproprio non rileva per la verifica della legittimità del provvedimento che ha disposto la reiterazione del vincolo. Gli atti dei procedimenti di adozione e di approvazione di uno strumento urbanistico, contenente un vincolo preordina [...]

LA DOMANDA DI RISARCIMENTO DEL DANNO PER EQUIVALENTE NON CONFIGURA ALCUNA RINUNCIA ABDICATIVA
18/02/2020
La avvenuta proposizione di una domanda di risarcimento del danno per equivalente, non configura nessuna rinuncia abdicativa al diritto di proprietà privata, che non si è mai trasferito alla Pubblica amministrazione, in quanto il procedimento espropriativo non si è mai concluso. [...]

ZONA D ARTIGIANALE NON DECADE
18/02/2020
Devono considerarsi conformativi e pertanto al di fuori della schema ablatorio-espropriativo i vincoli che importano una destinazione (anche di contenuto specifico) realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata, che non comportino necessariamente espropriazione o interventi ad esclusiva iniziativa pubblica e quindi siano attuabili [...]

ILLEGITTIMA LA REITERAZIONE DEL VINCOLO SENZA MOTIVAZIONE
18/02/2020
È illegittima la previsione urbanistica che, confermando la precedente destinazione produttiva attuabile esclusivamente tramite PIP, reiteri anche il vincolo preordinato l'esproprio, e ciò avvenga senza alcuna motivazione circa il permanere delle ragioni di interesse pubblico che giustificano la sottoposizione del bene privato ad ulteriore vincolo [...]

LA DOMANDA RESTITUTORIA È INAMMISSIBILE, ATTESO CHE IL GIUDICE NON HA IL POTERE DI ORDINARLA
18/02/2020
La domanda proposta dal privato proprietario, finalizzata a ottenere la restituzione del bene immobile oggetto di occupazione illegittima da parte di una pubblica Amministrazione, deve essere dichiarata inammissibile, atteso che il giudice adìto non avrebbe il potere di ordinare sic et simpliciter alla stessa Amministrazione la restituzione dell'ar [...]

DELL'ILLECITO RISPONDE SEMPRE E COMUNQUE L'ESECUTORE DELL'OPERA, CUI SI AFFIANCA IL DELEGANTE, SEMPRECHÉ SI VERTA IN UNA MEDESIMA FATTISPECIE
17/02/2020
Il principio per il quale in ipotesi di occupazione appropriativa dell'illecito risponde, sempre e comunque, l'ente che ha posto in essere le attività materiali, di apprensione del bene e di esecuzione dell'opera pubblica, non potendo poi escludersi la responsabilità concorrente e solidale del delegante, da valutare sulla base della rilevanza causa [...]

IL TESTO UNICO È ENTRATO IN VIGORE IL 30 GIUGNO 2003, NON SI POSSONO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LE DISPOSIZIONI ORIGINARIE
17/02/2020
Il testo unico in quanto tale - nel testo finale inciso dalle modifiche successive alla formale approvazione del testo originario - è entrato in vigore il 30 giugno 2003 e dunque non si possono prendere in considerazione le disposizioni originarie, espunte sulla base delle modifiche apportate prima della sua entrata in vigore. [...]

VERDE PUBBLICO ATTREZZATO PROMISCUO: NON È UN VINCOLO ESPROPRIATIVO
17/02/2020
I vincoli conformativi non comportano la perdita definitiva della proprietà privata, ma impongono limitazioni e condizioni restrittive agli interventi edilizi in funzione degli obiettivi di tutela dell'interesse pubblico e, a differenza, dei vincoli espropriativi, pur limitando e condizionando l'attività edificatoria, non comportano indennizzi per [...]

RISARCIMENTO DEL LUCRO CESSANTE: IL PROPRIETARIO DEVE DIMOSTRARE LA DISPONIBILITÀ DELLE RISORSE ECONOMICHE PER EFFETTUARE GLI ASSERITI INVESTIMENTI
17/02/2020
La proposta contrattuale, sottoscritta da un operatore del settore e rivolta al proprietario del terreno (illegittimamente occupato dalla p.a.) per lo sfruttamento di un ipotetico impianto di produzione di energia elettrica, non è indicativa della perdita di un'utilità certa o almeno probabile, risarcibile, come tale, ai sensi dell'art. 1223 c.c, d [...]

IL RISARCIMENTO DEL DANNO NON DEVE COMPRENDERE IL PLUSVALORE DERIVANTE DALL'OPERA
16/02/2020
Nei criteri di indennizzo nelle cause di espropriazione indiretta non deve tenersi conto, nella valutazione del danno materiale, del costo di costruzione degli immobili edificati dalla pubblica amministrazione sui terreni occupati. [...]

LA PRONUNCIA GIUDIZIALE AVENTE AD OGGETTO LA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO È ASSOGGETTATA ALL'IMPOSTA DI REGISTRO IN MISURA PROPORZIONALE
15/02/2020
Il beneficio della registrazione a tassa fissa, anziché proporzionale, dei provvedimenti di esproprio trova la propria ratio nella funzione, propria di tali atti, di trasferire la proprietà del bene in favore dello Stato o di un ente pubblico territoriale, mentre tale funzione è evidentemente del tutto estranea alla sentenza o alla ordinanza che, d [...]

LA CORTE D'APPELLO NON PUÒ ESAMINARE IL MERITO DEL GIUDIZIO DI DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ SENZA CHE VENGA AD ESISTENZA IL DECRETO DI ESPROPRIO
14/02/2020
In tema di espropriazione per pubblica utilità, il principio per il quale la pronuncia del decreto di espropriazione costituisce una condizione dell'azione per la determinazione della corrispondente indennità - sicché il giudice non può esaminare il merito della causa senza che esso venga ad esistenza - resta valido anche con riferimento alla disci [...]

L'EFFETTIVA ESECUZIONE DELL'OPERA PUBBLICA DEVE ESSERE RIFERITA ALL'INTERO COMPLESSO DI BENI DA ESSA INTERESSATI
14/02/2020
Quando l'espropriazione di uno o più beni rientra nell'ambito di una più vasta dichiarazione di pubblica utilità, l'effettiva esecuzione dell'opera pubblica o di interesse pubblico deve essere riferita all'intero complesso dei beni da quest'ultima interessati e non a singoli beni eventualmente rimasti inutilizzati allo scadere dell'efficacia di tal [...]

L'AMMINISTRAZIONE DEVE SCEGLIERE SE ACQUISIRE O RESTITUIRE IL BENE ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATO
14/02/2020
Quale che sia la sua forma di manifestazione (vie di fatto, occupazione usurpativa, occupazione acquisitiva), la condotta illecita della P.A. incidente sul diritto di proprietà configura un illecito permanente ex art. 2043 c.c., che viene a cessare solo in conseguenza della restituzione del fondo, previa riduzione in pristino, di un accordo transat [...]

LA DOMANDA DI RISARCIMENTO DELLE VARIE VOCI DI DANNO NON PUÒ TROVARE ACCOGLIMENTO SE SIA SFORNITA DI PROVA, CHE NON PUÒ ESSERE DEMANDATA ALLA CTU
13/02/2020
La domanda di risarcimento delle varie voci di danno da occupazione sine titulo di terreni privati da parte della p.a. [nella fattispecie in ordine alla perdita di frutti pendenti, alla distruzione di preesistenti manufatti ed al degrado della parte residua del terreno] non può trovare accoglimento quando sia solo genericamente dedotta e sfornita d [...]

PROROGA DELLA PUBBLICA UTILITÀ: IN CARENZA DI CONTRADDITTORIO OCCORRE VERIFICARE IN CONCRETO QUALI AVREBBERO POTUTO ESSERE GLI APPORTI PARTECIPATIVI
13/02/2020
Se è pur vero che la proroga dei termini fissati dalla dichiarazione di p.u. richiede la previa comunicazione di avvio del procedimento, è altrettanto vero che occorre verificare, in concreto, quali avrebbero potuto essere gli apporti partecipativi dei privati e, dunque, un eventuale, diverso contenuto del provvedimento, con ciò evitando di validar [...]

L'EMANAZIONE DELL'ATTO DI ACQUISIZIONE SANANTE COMPETE AL DIRIGENTE DELL'UFFICIO ESPROPRIAZIONI
13/02/2020
La materia contrattuale in generale e quella relativa agli acquisti degli immobili anche mediante provvedimenti di natura espropriativa, ivi compresa l'acquisizione sanante ex art. 42bis TUEs, è rimessa alla competenza dell'organo dirigenziale, e in particolare al dirigente dell'ufficio per le espropriazioni. [...]

L'APPRENSIONE COATTIVA EX ART. 42 BIS SI PONE COME EXTREMA RATIO
12/02/2020
L'art. 42 bis configura un "procedimento ablatorio sui generis" il cui scopo non è quello di sanatoria di un precedente illecito perpetrato dall'Amministrazione (perché altrimenti integrerebbe una espropriazione indiretta per ciò solo vietata), bensì quello autonomo, rispetto alle ragioni che hanno ispirato la pregressa occupazione contra ius, cons [...]

 Pagina  di 620