ART. 44 TUES: INDENNIZZO AMMISSIBILE SE IL DEPREZZAMENTO RIGUARDA FABBRICATI ABUSIVI SANATI

Non essendo consentito che chi versi in una condizione di illiceità tragga vantaggio da essa, il danno permanente, indennizzabile nel caso della c.d. "espropriazione larvata" - che ricorre ai sensi della L. 25 giugno 1865, n. 2359, art. 46 ed ora del D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327, art. 44 - può essere invocato, vigendo la stessa regola che vale per le espropriazioni solo dal proprietario di una costruzione che - anche a posteriori, per effetto della sanatoria intervenuta - sia considerata legittima, sicché l'indennizzo non compete per le costruzioni abusive o non ancora sanate - salvo si lamenti un danno generico alla proprietà del fondo inedificato - o per quelle realizzate dopo l'approvazione del progetto di opera pubblica dalla cui realizzazione il proprietario abbia ragione di temere la compressione delle proprie facoltà dominicali.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :