VALORE «DI MERCATO» NELL'ESPROPRIAZIONE: DIRITTO NATURALE O ARTIFICIO SURREALE?

Con un gran numero di espropriazioni a valore superiore al mercato, di un "x" imponderabile e arbitrario, si è creato un mondo economico parallelo che poco o nulla ha a che fare con il "mercato"


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.