LA SOMMA LIQUIDATA A TITOLO DI RISARCIMENTO SOTTOPOSTA A TASSAZIONE NON PRODUCE EFFETTI DISCRIMINATORI

Con due sentenze quasi coeve la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo interviene sulla delicata e controversa questione della tassazione dell'indennità per risarcimento danni derivante dall'espropriazione indiretta (“occupazione acquisitiva, acquisizione appropriativa e/o accessione invertita”) enucleando un principio di diritto in suddetta materia che non lascia più dubbi ai giudici, al legislatore, agli interpreti ed operatori del settore.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.