VAM INCOSTITUZIONALE



applicabilità del vam alle procedure in corso, sorte delle maggiorazioni e delle indennità aggiuntive, quale criterio per le aree inedificabili



Il 15 luglio 2011 si è tenuto nella suggestiva cornice dell'antica Corte Benedettina di Legnaro (Padova) - sala agricoltura - il convegno sul VAM, valore agricolo medio, criterio indennitario per le aree inedificabili dichiarato incostituzionale dalla sentenza 181/2011.

L'evento ha riscosso lusinghiero successo di pubblico (nonostante il periodo estivo e i tagli  alla formazione degli enti pubblici) e suscitato notevole interesse presso le autorità esproprianti e i molti professionisti interessati dal profondo mutamento del quadro indennitario nell'espropriazione per opere di pubblica utilità: avvocati, agronomi, estimatori, progettisti, associazioni di categoria degli agricoltori.

Si è parlato della applicabilità della sentenza 181/2011 alle procedure espropriative in corso, della sorte delle maggiorazioni (triplicazione per coltivatori diretti e 50%), della sorte del quarto comma dell'art. 40 e del nono comma dell'art. 37 del testo unico, della sorte del VAM per i fittavoli (art. 42), dell'incidenza della sentenza nella
progettazione delle opere pubbliche e nella redazione dei piani particellari di esproprio, del nuovo ruolo delle Commissioni provinciali.

L'analisi e il dibattito si sono inoltre soffermati con particolare intensità sulle
prospettive indennitarie del cosiddetto "tertium genus" e della vocazione edificatoria, cioè sul trattamento indennitario delle aree che edificabili non sono, ma che tuttavia sono apprezzate dal mercato immobiliare in modo diverso rispetto alle aree agricole.

Sono stati sviluppati, compatibilmente con il tempo a disposizione, anche i profili estimativi conseguenti al nuovo approccio giuridico alle questioni dell'edificabilità dei terreni oggetto di esproprio.

L'orario del question time è stato 'sforato' di ben un'ora e mezza, per la "insaziabile" partecipazione attiva del pubblico, qualificato,
di varia estrazione professionale e proveniente dall'intero territorio nazionale.

Questi in sintesi gli argomenti trattati:


 


Paolo Loro
direttore di Esproprionline

Storia del VAM. Sorte delle maggiorazioni (triplicazione e 50%) e delle indennità aggiuntive di cui agli articoli 42 (fittavoli), 40.4, 37.9 del dPR 327/2001. Rivoluzione nella progettazione e nei piani particellari. I compiti delle Commissioni provinciali dopo la sentenza 181/2011.
Raffaello Gisondi
magistrato del TAR di Milano 

La sentenza della Corte Costituzionale n. 181/2011 e sua applicabilità alle procedure in corso. L'evoluzione della giurisprudenza costituzionale in materia di indennità di espropriazione. Prospettive evolutive alla luce della Convenzione europea dei diritti dell'uomo. 
Salvatore Salvago
magistrato della Corte di Cassazione

Quale indennità per le aree inedificabili. Possibili ripercussioni delle sentenze 348/2007 e 181/2011 sul regime binario dell'indennità, sulla nozione di edificabilità e sulla equiparazione tra aree agricole e aree inedificabili. Prospettive del "tertium genus" e della vocazione edificatoria.
Gianluigi De Mare
professore di estimo presso l'Università di Salerno

Criteri e procedimenti di stima per le aree inedificabili dopo la sentenza 181.


















  

 
i nostri precedenti convegni

 

17 novembre 2010
articolo 43 inc
ostituzionale - 17/11/10
21 novembre 2007
articolo 5bis incostituzionale - 21/11/07
13 giugno 2007
edificabilità - 13/6/07
19 aprile 2007
le procedure nell'espropriazione - 19/4/07
26 giugno 2006
asservimento coattivo - 26/6/06
1 dicembre 2005
il valore agricolo medio - 1/12/05
 1 luglio 2004
il piano particellare di esproprio - 1/7/04
15 aprile 2004
vincoli urbanistici - 15/4/04
27 e 28 giugno 2003
il dPR 327/2001 - 27-28/6/03