42-BIS: DOVUTI RIVALUTAZIONE E INTERESSI

Avendo l’obbligazione risarcitoria di cui all'art. 42-bis terzo comma (risarcimento del 5% annuo sul valore venale del bene) natura di debito di valore, tale risarcimento va inteso comprensivo di rivalutazione monetaria ed interessi, - da liquidarsi al tasso legale -; peraltro, la rivalutazione monetaria e gli interessi costituiscono una componente dell'obbligazione di risarcimento del danno e possono essere riconosciuti dal giudice anche d'ufficio ed in grado di appello, pur se non specificamente richiesti, atteso che essi devono ritenersi compresi nell'originario "petitum" della domanda risarcitoria, ove non ne siano stati espressamente esclusi.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :