OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: IL PROPRIETARIO HA UN INTERESSE LEGITTIMO ALL'ATTIVAZIONE DEL PROCEDIMENTO ACQUISITIVO

Anche se l’art. 42 bis del tues non prevede un avvio del procedimento ad istanza di parte, il privato può sollecitare l’Amministrazione espropriante sine titolo ad avviare il relativo procedimento con conseguente obbligo per la stessa di provvedere al riguardo, essendo l’eventuale sua inerzia configurabile quale silenzio-inadempimento impugnabile di fronte al giudice amministrativo. Ciò in quanto il menzionato art. 42-bis, introducendo nell’ordinamento una facoltà di valutazione della fattispecie da parte dell’Amministrazione per l’eventuale acquisizione in via di sanatoria della proprietà di aree precedentemente occupate “contra ius”, fonda in capo ai proprietari una posizione di interesse legittimo qualificato, stante l’obbligo giuridico dell’amministrazione di far venir meno l’occupazione “sine titulo” e di adeguare la situazione di fatto a quella di diritto.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :