•  

    LE FASCE DI RISPETTO STRADALE ABBATTONO IL VALORE INDENNITARIO DELL'AREA

    Il vincolo di inedificabilità ricadente sulle aree situate in fascia di rispetto stradale prescinde dalla pianificazione e dalla programmazione urbanistica, trovando la sua fonte direttamente in apposite leggi che rendono il suolo ad esso soggetto legalmente inedificabile, trattandosi di vincolo sancito nell'interesse pubblico, volto a favorire la circolazione e ad offrire idonee garanzie di sicurezza a quanti transitano sulle strade o passano nelle immediate vicinanze, o in queste abitano ed operano. Tale vincolo non ha, dunque, natura espropriativa, né può qualificarsi come preordinato all'espropriazione, dovendo, perciò, tenersene conto nella determinazione dell'indennità di esproprio, senza che rilevi, al fine di escludere l'inedificabilità dell'area vincolata, la circostanza che la stessa ricada in zona edificabile, poiché ciò non la rende suscettibile di edificazione, restando pur sempre operante il divieto di costruire su di essa.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :