IL MANCATO RISCONTRO ALL'ISTANZA DI ACQUISIZIONE SANANTE È SILENZIO INADEMPIMENTO

Ove l'amministrazione detenga senza titolo aree di proprietà privata, non essendo mai stato adottato il decreto di esproprio e non avendo le parti mai convenuto la cessione delle aree, a fronte di diffida in tal senso, la stessa deve provvedere ai sensi dell’art. 42 bis tues. Il proprietario spogliato del bene può infatti sollecitare l’amministrazione ad avviare il procedimento descritto, che può portare alternativamente alla restituzione del bene illegittimamente detenuto o all’acquisizione del medesimo, con conseguente obbligo per la stessa amministrazione di provvedere espressamente al riguardo, essendo l’eventuale inerzia configurabile quale silenzio inadempimento impugnabile di fronte al giudice amministrativo.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :