ACQUISIZIONE SANANTE SENZA INDENNIZZO: IN TRENTINO SI PUÒ

L’istituto contemplato dall’art. 31 della l.p. n. 6/1993 si risolve in un trasferimento coattivo senza indennizzo applicabile in situazioni accertate in modo inconfutabile e col riscontro rigoroso dei prescritti presupposti. Esso non può, quindi, trovare utilizzazione in ipotesi che superino i limiti normativamente tracciati, di stretta osservanza, per le quali debbono trovare all’opposto applicazione le procedure espropriative ordinarie.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :