•  

    L'EDIFICABILITÀ DI FATTO PUÒ ESSERE PRESA IN CONSIDERAZIONE SOLO IN ASSENZA DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA

    In tema di liquidazione sia dell'indennità di espropriazione che del risarcimento del danno per occupazione illegittima, in presenza di uno strumento urbanistico vigente ed applicabile, è esclusivamente in base alle relative previsioni che dev'essere individuata la natura agricola o edificatoria di un fondo, mentre la c.d. edificabilità di fatto riveste una portata meramente suppletiva e complementare, essendo utilizzabile soltanto in assenza di pianificazione urbanistica o nell'ambito della valutazione delle caratteristiche specifiche di un'area legalmente edificabile.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.