•  

    I RITARDI DEI FRAZIONAMENTI NON GIUSTIFICANO LA PROROGA DELLA P.U.

    Ritardi ascrivibili a comportamenti delle cooperative assegnatarie o derivanti dai frazionamento catastali o dalle variazioni progettuali non configurano “casi di forza maggiore” o le “altre giustificate ragioni” richieste dall’art. 13, comma 5, del d.P.R. n. 327/2001 ai fini della proroga della dichiarazione di p.u.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.