•  

    IN VIGENZA DI 42-BIS IL PREGIUDIZIO ALL'ECONOMIA NAZIONALE NON COSTITUISCE PIÙ UN LIMITE ALLA RESTITUZIONE

    L’obiettivo dell'art. 42-bis di salvaguardare le esigenze pubbliche attraverso il mantenimento e la gestione di qualsiasi opera dell’infrastruttura realizzata sine titulo, deve emergere necessariamente da un percorso motivazionale -rafforzato, stringente e assistito da garanzie partecipativo rigorose– basato sull’emersione di ragioni attuali ed eccezionali che dimostrino in modo chiaro che l’apprensione coattiva si pone come extrema ratio. L’eccezionalità non è riconducibile al pregiudizio per l’economia nazionale, operante in mancanza della norma che legittima la reiterazione del procedimento espropriativo pur dopo la realizzazione delle opere, ma è una valutazione di fatto che attiene all’impossibilità di soddisfare altrimenti le esigenze che l’area espropriata è diretta a soddisfare.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :