L'ASSENZA DI FONDI PER RIPRISTINARE L'OPERA - A SEGUITO DELLA RESTITUTIO IN INTEGRUM - GIUSTIFICA IL RICORSO ALL'ACQUISIZIONE SANANTE

L’irreversibile trasformazione di un fondo privato per la realizzazione dell'opera pubblica [nella specie una strada rurale] non va intesa in senso puramente materiale, bensì in senso economico–funzionale, consistendo nell'impossibilità per l'ente, a lavori conclusi, di modificare – restituendo il cespite al suo proprietario – il sedime dell'opera, con conseguente venir meno della stessa possibilità di utilizzazione nell’interesse della collettività, qualora il progetto non possa essere rifinanziato e l’opera ripristinata. Di conseguenza, nella valutazione del relativo costo, non deve tenersi conto della sola spesa per l'eliminazione del tratto di opera che interessa il bene che il singolo proprietario vorrebbe restituito, bensì del costo per la ristrutturazione dell'opera.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :