NON C'È RINUNCIA ABDICATIVA SE LA DOMANDA RISARCITORIA NON SFOCIA IN UN GIUDICATO TRASLATIVO E IN UN PROVVEDIMENTO LIQUIDATORIO

Non è configurabile la fattispecie della cd. rinuncia abdicativa al diritto di proprietà, che sarebbe implicita nella richiesta di risarcimento del danno per equivalente monetario avanzata in sede civile, atteso che il suddetto giudizio davanti all’A.G.O. è stato definito con sentenza declinatoria del difetto di giurisdizione, senza alcun giudicato sulla vicenda traslativa della proprietà e senza alcun atto dell'amministrazione di effettiva liquidazione del danno, che costituisce atto da trascriversi ai sensi degli artt. 2643, comma 1, n. 5 e 2645 c.c., al fine di perfezionare la fattispecie e conseguire gli effetti della acquisizione del diritto di proprietà in capo all'amministrazione.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :