IL POTERE DI ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42-BIS È IMMANENTE IN CAPO ALL'AMMINISTRAZIONE

Il potere di adottare il decreto ex art. 42 bis del TUEspropriazione è un potere immanente in capo all’amministrazione che può essere escluso soltanto da un giudicato che abbia già disposto la restituzione del bene al privato. Se giudicato non v’è nei suoi confronti, l’amministrazione può adottare detto atto ex art. 42 bis, e non abbisogna alcuna previsione facultizzante dell’esercizio del potere, contenuta in apposita legge nazionale o regionale, perché ciò discende dalla diretta previsione dell’art. 42 bis medesimo, e dalla pacifica applicabilità dello stesso anche a procedimenti avviati e ad espropri disposti ed eseguiti antecedentemente alla entrata in vigore nel sistema dell’art. 42 bis medesimo.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :