L'INDENNITÀ PER L'ESPROPRIO DELL'ABITAZIONE NON RICOMPRENDE I COSTI DI SISTEMAZIONE DEL NUOVO ALLOGGIO

Il valore di mercato, volto ad individuare il punto d'incontro tra il prezzo che il proprietario del bene potrebbe accettare per la vendita dello stesso e quello che un eventuale compratore sarebbe disposto a pagare per il suo acquisto, tiene certamente conto dell'incidenza delle spese occorrenti per il trasferimento, che si traducono inevitabilmente in un maggior costo per l'acquirente ed in un minore introito per l'alienante, ma non anche delle spese che quest'ultimo sarebbe costretto a sostenere ove volesse procedere alla sostituzione del bene alienato, trattandosi di oneri solo indirettamente ed eventualmente connessi con il trasferimento, e la cui entità può venire in considerazione soltanto ex parte venditoris, quale elemento soggettivo di valutazione della convenienza dell'affare, mentre non assume alcun rilievo nell'ambito della concorrente e contrapposta valutazione del compratore, interessato esclusivamente alle caratteristiche oggettive del bene da acquistare.

 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a :