•  

    42-BIS: INUTILE IL PRESIDIO PARTECIPATIVO SE LA POSSIBILITÀ DEL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO SIA GIÀ STATA PREFIGURATA IN SEDE GIUDIZIALE

    Non è necessaria la comunicazione di avvio del procedimento di acquisizione sanante, al fine di consentire al privato di interloquire attivamente con l'Autorità pubblica per l'esercizio dei propri diritti partecipativi, allorquando la possibilità di un provvedimento di acquisizione sia stato già prefigurato in sede giudiziale, essendo in simile ipotesi il privato reso edotto dell'eventuale avvio del relativo iter, con conseguente possibilità di attivarsi facendo constare all'Amministrazione gli elementi che - a suo dire- condizionerebbero negativamente l'esercizio di tale facoltà, ovvero i parametri cui l'Amministrazione (sempre ad avviso del privato) dovrebbe conformarsi.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :