•  

    NON SUSSISTE CONFLITTO DI INTERESSI IN CAPO ALLA CONSIGLIERA CHE APPROVA UN'OPERA UBICATA SU SUOLI LIMITROFI A QUELLI DI SUOI PARENTI

    Non assume rilievo ai fini della legittimità della localizzazione di un'opera pubblica il fatto che parenti di un esponente politico che abbia approvato l'opera stessa siano proprietari di suoli limitrofi, dal momento che l’utilizzabilità di detti suoli ai fini di una diversa localizzazione dell’opera pubblica è circostanza astratta ed indimostrata, che come tale non eccede la dimensione della mera ipotesi e non vale a perfezionare una situazione di conflitto di interessi, neanche in termini potenziali.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :