•  

    LE AREE OCCUPATE TEMPORANEAMENTE PER OPERE PROVVISORIE, IN QUANTO TALI, NON SONO ESPROPRIABILI

    Terremoto de L'Aquila: le ragioni poste a base della dichiarazione di pubblica utilità e dell’occupazione d’urgenza delle aree ove realizzare i MAP (moduli abitativi provvisori), che ai sensi del d.l. n. 39/2009 sono insite nell’emergenza abitativa, non possono valere anche per disporne l’espropriazione, per la caratteristica loro propria di opere espressamente qualificate come provvisorie. Le ragioni emergenziali infatti, del tutto congruenti con il carattere provvisorio dei MAP la cui utilità, nell’urgenza di provvedere, impone l’occupazione temporanea di suoli privati, non sono adeguate, né sufficienti per giustificarne l’espropriazione che, viceversa, costituisce una misura ablatoria definitiva.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.