•  

    ACQUISIZIONE SANANTE: L'INOTTEMPERANZA AL GIUDICATO FINISCE ALLA CORTE DEI CONTI

    In caso di mancata adozione del provvedimento di acquisizione sanante in esecuzione di sentenza di condanna alla restituzione ovvero all'acquisizione di un bene illegittimamente occupato, il giudice dell'ottemperanza può ordinare nuovamente la restituzione o l'acquisizione, stabilendo tempi, modi (tramite commissario ad acta), eventuali future penalità di mora, trasmissione della sentenza alla procura della Corte dei Conti.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :